Abbinamenti vino/cibo? Osate con il nostro Chardonnay!

calice-chardonnay

chardonnaysquareSeconda puntata sugli abbinamenti insoliti dei nostri vini con alcuni piatti della cucina italiana (e non). Chardonnay: con cosa lo serviamo?

  • Una generosa porzione di falafel di ceci, sferette speziate, dorate e croccanti che risuonano delle voci variopinte dei bazar arabi. Perché lo Chardonnay? Perché c’è bisogno di una freschezza snella ma non frivola. Il palato, tra un boccone e l’altro, va preparato. E la leggera sapidità del nostro vino fa sì che non si perda il filo del discorso.
  • Un sushi vegano. Vogliamo far felice anche quella fetta della popolazione che ha detto di no al cibo di derivazione animale. Il sushi è un piatto visivamente elegante che la trasparenza di un vino bianco come il nostro Chardonnay rende ancora più chic. Anzi, la sua finezza è proprio il tocco di classe finale per questo piatto che è anche dietetico e salubre, grazie alla sua preparazione che consente alle verdure crude di conservare tutte le loro sostanze senza perdere nulla durante la cottura!
  • Un tzatziki greco, ovvero crema di cetrioli e yogurt. Che c’entra con lo Chardonnay, direte voi? È un piatto estivo, diciamo noi. Fresco e riposante, lenisce dalle torride sferzate di caldo a cui siamo sottoposti tra luglio e agosto. In realtà, non c’è una vera e propria spiegazione filosofica per questo abbinamento. Abbiamo azzardato. E ne siamo usciti piacevolmente illesi.
  • Sua maestà l’aragosta, crostaceo per eccellenza al quale non siamo riusciti a restare indifferenti. Si mormora che il suo consumo abbia effetti afrodisiaci. Vi garantiamo che è molto più di una voce. Ecco perché abbiamo pensato allo Chardonnay per accompagnare le sue proverbiali facoltà disinibitorie. A dire il vero, volevamo solo rubare il posto allo Champagne!

E per i tradizionalisti?

  • Un carpaccio di tonno fresco, per il suo sapore delicato e mai invasivo,
  • un piatto di pasta ripiena di verdure e condita con un formaggio sobrio, di quelli cremosi che accompagnano e non prevalgono,
  • un’insalata di tacchino e fagioli, magari con un aggiunta di pomodorini e cipollotti, per conferirle un’atmosfera dai sentori mediterranei,
  • una semplice e colorata coppa di frutta fresca, possibilmente di stagione e senza zucchero.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato